In Maturità

CONSIGLI SEMPLICI PER PARTIRE ALL’ORALE CON IL PIEDE GIUSTO

La tesina può essere l’asso nella manica per fare buona impressione alla commissione e iniziare l’orale al meglio. A patto che sia originale e fatta come si deve. Ecco quindi 10 mosse da seguire per impostare un buon lavoro.

1. Scegli con cura il tema centrale

L’argomento principale della tua tesina non è soltanto il punto di partenza, ma soprattutto il fulcro e la struttura portante di tutto il lavoro. Quindi è fondamentale sceglierlo con cura e attenzione. Cerca un argomento originale, magari un po’ fuori dagli schemi, ma non troppo. Per avere la certezza di essere sulla buona strada confrontati senza timore con parenti, amici, professori e ascolta anche la loro opinione. La cosa peggiore che puoi fare è copiare tesine già fatte.

2. Fai un programma di lavoro

Prima di partire a scrivere a razzo pianifica il lavoro, poniti degli obiettivi intermedi e raggiungibili, prevedendo di terminare entro un tempo utile per rileggerla, correggerla (se necessario) e studiarla. È importante non arrivare alla scadenza con l’acqua alla gola… La fretta è cattiva consigliera.

3. Preparati uno schema generale

Ti servirà per orientare i collegamenti e sviluppare meglio gli argomenti. Per lo schema utilizza le immagini: le mappe mentali sono un ottimo strumento per aiutarti a comprendere e ricordare.

4. Valorizza i collegamenti

I collegamenti sono le carte vincenti per valorizzare la tesina e stupire positivamente i commissari. Cerca di non essere scontato nel legare argomenti, materie e autori. Trova “link” non convenzionali, ma semplici ed intuitivi, magari cercando aneddoti interessanti e poco conosciuti, del genere “forse non tutti sanno che…”

5. Trova materiale efficace

Parola d’ordine: non copiare! Se la tesina sarà tutta “farina del tuo sacco” la ricorderai molto più facilmente, sarai molto più sicuro di te nell’esposizione e poi… vuoi mettere la soddisfazione? Cerca il materiale che ti serve in biblioteca, su internet e fatti consigliare dai professori.

6. Organizza il materiale con metodo

Leggi attentamente il materiale che ti sei procurato, sottolinea le informazioni importanti, metti per iscritto tutte le idee che ti vengono in mente e ciò che ancora ti manca. Dopodiché tieni sempre ben presente il filo logico da seguire e seleziona razionalmente le informazioni da inserire. Attento a non andare fuori tema.

7. Sviluppa la tesina in modo fluido

Pensa alla tesina come ad un unico discorso che tocca diversi argomenti, apparentemente slegati, ma in realtà tutti connessi tra loro da un unico filo conduttore. Sviluppa la tesina in modo che abbia un inizio, un corpo centrale ed una fine, proprio come in un romanzo.

8. Inserisci indice e bibliografia

Utilizza l’elenco degli argomenti per creare l’indice e prendi nota dei testi e degli autori che hai consultato per inserire la bibliografia alla fine.

9. Non trascurare l’estetica

Una tesina fatta bene deve essere bella dentro e fuori. Prima di tutto attenzione agli errori ortografici: controlla e ricontrolla più volte il testo, facendolo anche leggere ad altri, quattro occhi vedono meglio di due. Usa un carattere semplice e ben leggibile. Lascia i giusti spazi e dividi il testo in paragrafi, in modo da agevolare il più possibile la lettura. Cura la grafica della copertina, inserisci immagini, tabelle e grafici, ma senza esagerare. Rilega bene le pagine. Si deve capire al primo sguardo che è un lavoro a cui si è prestata particolare attenzione e ci si è dedicato del tempo.

10. Studia a memoria alcune citazioni

Citazioni di autori, tratti di brani o poesie riferite a memoria sono un ulteriore mezzo a tua disposizione per trovare il favore della commissione.

RICHIEDI PREVENTIVO

Inizia a scrivere e premi "Invio" per cercare